Taranto F.c. News

VIVACQUA: “IN DIFESA NON MANCA QUALITA' MA CONCENTRAZIONE”

21.11.2013 17:12



Arrivato in riva allo Jonio da esterno d'attacco, l'ex laziale si è ritrovato per necessità a ripoprire il ruolo di terzino. E domenica prossima nel derby contro il Monopoli potrebbe esordire dal primo minuto nel nuovo ruolo affidatoli da mister Papagni. E' proprio Vivacqua a spiegare da dove è nata “l'idea”: “E' partito tutto da un'amichevole con gli Allievi. Nell'occasione il mister mi ha chiesto per un attimo di fare il terzino. Comunque ero reduce da precedenti esperienze nelle quali avevo ricoperto il medesimo ruolo in un paio di partite. Comunque lo gradisco, in ogni caso decide il mister come utilizzarmi: io sono a sua disposizione. Le differenze con il mio ruolo abituale? Premetto che c'è sempre da migliorare visto che la mia posizione abituale è diversa. Come tempi d'inserimento mi trovo meglio: partendo da dietro ho una visione del gioco più ampia. In ogni caso bisogna stare attenti a non rompere gli equilibri sbilanciandosi troppo in avanti quindi bisogna trovare il giusto mix tra le due fasi”. La sconfitta di Matera di domenica scorsa brucia perchè, da una parte, ha interrotto la serie positiva dei rossoblu costituita da quattro risultati utili consecutivi, dall'altra è avvenuta contro una diretta concorrente alla promozione. “Abbiamo avuto – prosegue Vivacqua - un periodo positivo con tre vittorie consecutive. E' stata una partita strana in quanto nel primo tempo abbiamo faticato a costruire dal basso e in particolare siamo stati lenti. Nella ripresa con l'ingresso in campo di Giampiero (Clemente ndr) abbiamo giocato tra le linee perchè avevamo un punto di riferimento in più perciò è andata meglio, anche se Cristano (Ancora) aveva giocato bene. Ovviamente la sconfitta ci amareggia in quanto rappresentava uno scontro diretto. Questa partita valeva doppio ma ormai è passata. Guardiamo avanti al prossimo impegno contro il Monopoli: altro scontro diretto”. La difesa rossoblu è sul banco degli imputati per la sconfitta in terra lucana: “Abbiamo affrontato il problema con i comagni e il mister. Ci siamo detti che probabilmente sono stati degli errori di disattenzione a favorire le reti materane. Nel reparto arretrato non manca la qualità ma quel pizzico di concentrazione in più per permetterci di salvare queste occasioni da rete. Bisogna essere più attenti anche sulla palla più sciocca che arriva. Del resto le sconfitte con Turris, Brindisi e Matera sono state provocate da disattenzioni difensive e non certo dalla bravura dell'avversario. Queste squadre non si sono dimostrate superori a noi. Bisogna solo elevare la soglia di attenzione e non mollare mai. Il Monopoli? Non guardo all'avversario e alla classifica, dobbiamo cercare di conquistare i tre punti e andare il più lontano possibile”

 


Commenti

ORIGINE STORICA E LINGUISTICA DELLE PETTOLE
POL. SAVA, ENTUSIASMO E DIVERTIMENTO PER IL RADUNO CON LA ROMA