1a Categoria

Gioventù Palagiano: ko casalingo che consegna la promozione ai cugini del Mottola

Allo Stea il derby pirotecnico finisce 1-2 per i gialloblù della collina

25.04.2022 19:01


È stato un derby bellissimo, intendo e infuocato come il palcoscenico della platea e le condizioni meteorologiche che hanno accolto e accompagnato il sentitissimo Palagiano-Mottola nella penultima giornata del campionato di 2^ Categoria Pugliese Girone B.
Fischio d’inizio ritardato di qualche minuto per la scenografia meravigliosa unito in un meraviglioso scatto fotografico che hanno visto le due compagini, il direttore di gara, i primi cittadini delle due comunità e i due rappresentanti dello sport di entrambe le località.
Partita che inizia con gli ospiti che trovano subito la rete al 3’ con un cross di Greco D.   che pesca De Nicola V. che anticipa di testa Darboe ma è tutto vano per fuorigioco; poco più tardi ancora Greco D. protagonista con una conclusione rasoterra che impegna Darboe.
Al 10’ squillo del Palagiano con Tanzarella che ci prova al volo dalla distanza con palla che termina di poco larga. Reazione che è illusoria perché tre minuti dopo gli ospiti trascinati dal loro talento Greco D. passano in vantaggio con un perfetto destro beffardo per Darboe che termina alla sua destra ed è 0-1 Mottola.
Palagiano che prova la reazione prima con Camara che dal limite ci prova di destro che termina di poco largo, e poi con Maggi che si crea lo spazio per concludere di sinistro ma innocuo per Lavarra. Poco dopo la mezz’ora ghiottissima palla gol del Mottola: da un tiro dalla bandierina, D’Elia N. impatta di testa perfettamente e chiama agli estremi Darboe che risponde con un’autentica prodezza che nega il raddoppio ospite.
Ripresa che parte con il Palagiano più cattivo e dopo appena quattro minuti, al 49’, Calia sfiora il pareggio con un tiro di sinistro a giro che sfiora il palo alla destra di Lavarra. Al 55’ il Mottola risponde con il solito Greco D. che in contropiede sfrutta un’indecisione della difesa palagianese, entra in area e di esterno destro conclude trovando Darboe che para mettendo in angolo. 
Al 59’ il Palagiano trova il pareggio con una meravigliosa parabola di D’Onofrio T. che dal limite defilato sulla destra, pesca un sinistro a giro che termina nel sette sul secondo palo imparabile per Lavarra ed è 1-1 allo Stea. 
Partita che si infuoca letteralmente con le squadre che si allungano cercando entrambe la vittoria: al 64’ ci prova il Mottola con Greco D. che raccoglie un lancio lungo e di prima intenzione al volo tira centralmente impegnando Darboe; al 67’ ghiottissima occasione per il Palagiano con Trawally che viene servito all’interno dell’area di rigore e va alla conclusione con un attimo di ritardo che permette a Formisano di compiere un’autentica parata in scivolata che vale come un gol. Al 70’ ancora Palagiano che sfiora il raddoppio con Calia che in solitaria mette in risalto le sue doti balistiche con una serpentina che mette fuori causa due avversari e all’ingresso dell’area di rigore prova a scaricare a Zecchino ben posizionato, ma quest’ultimo anticipa la giocata del compagno e finiscono per favorire Lavarra che raccoglie il pallone procurandosi un fallo a favore.
Al 76’ momento chiave della gara con il Mottola che si guadagna un calcio di rigore con Formisano che si presenta sul dischetto e lo realizza incrociando bene alla destra di Darboe che aveva intuito la traiettoria ma imparabile per lui la conclusione che vale l’1-2 finale per il Mottola.
Dopo 5 minuti di recupero il signor Spinelli di Taranto sancisce la fine dell’incontro che vale la promozione in 1^ categoria per il Mottola che al contempo conclude l’imbattibilità casalinga del Palagiano che comunque è matematicamente nella semifinale playoff dove ci arriva con tanta consapevolezza di poter raggiungere i cugini mottolesi nel salto di categoria.

UFFICIO STAMPA
Christian Spada

Commenti

Covid: il bollettino nazionale del 25 aprile. 24878 casi su 138803 test
Giudice Sportivo: Taranto, multa anche dopo l'ultima giornata