Pallavolo Maschile

Prisma Taranto: atleti in ottima forma con il nutrizionista Settembrini

27.06.2022 16:50


La Gioiella Prisma Taranto conferma per il terzo anno consecutivo la collaborazione nello staff medico col nutrizionista dr. Francesco Settembrini, tarantino doc, titolare della Farmacia “Settembrini” di Taranto, che ha un ruolo di primo piano nel benessere, nella cura e nella salute degli atleti e degli sportivi in generale.

 

Il Dottor Francesco Settembrini, farmacista nutrizionista ha conseguito master in fisiologia della nutrizione e dello sport ed è consulente di diversi atleti e squadre sportive su territorio.

La Farmacia Settembrini, realtà affermata ormai da diversi anni nel territorio tarantino, offre una precisa consulenza in ambito non solo farmaceutico ma anche attraverso una serie di servizi orientati al miglioramento della qualità della vita.

Consente di effettuare esami specifici e mirati alla prestazione sportiva degli atleti. E si partirà proprio da questo esame, chiamato Bia, che consentirà di stabilire le necessità dell’atleta all’arrivo a Taranto.

 

“Andremo ad effettuare una serie di visite già programmate da coach Di Pinto con tutti gli atleti” precisa Settembrini. ”Tali visite prevedono delle analisi e valutazioni strutturali degli atleti, fatte dall’equipe guidata dal dott. Tombolini e successivamente si recheranno presso la mia farmacia dove verrà effettuata la Bia con tecnologia innovativa di ultima generazione, che farà un’analisi approfondita e dettagliata dei parametri fisiologici e corporei. Tale esame ci dirà in che condizioni sarà l’atleta e soprattutto se sarà il caso di intervenire prima dell’inizio della preparazione. Tutti questi dati che andremo a rilevare verranno confrontati e incrociati con quelli del dott. Tombolini, in questo modo si avrà un quadro generale dell’atleta da condividere con lo staff tecnico che andrà ad effettuare la preparazione in modo da poterla personalizzare adeguatamente.

Dai parametri che risulteranno dalle visite verrà stilato uno schema nutrizionale che terrà conto del valore energetico usato nella preparazione atletica che sarà superiore a quello mantenuto nel corso della stagione e del campionato. A distanza di 30 giorni verranno effettuate delle visite periodiche per valutare lo stato dell’atleta salvo situazioni particolari in cui sia l’atleta o lo staff stesso a richiederne, come è già capitato nella stagione appena conclusa, atleti evoluti si accorgono di qualche cambiamento e vogliono ripetere l’esame per capire cosa sia successo”.

 

Specializzato con master in integrazione e supplementazione dello sportivo, Settembrini si occupa anche di seguire tutto ciò che riguarda i prodotti integrativi a supporto dell’atleta durante l’anno, monitorando la collaborazione con aziende di integratori e prodotti nutrizionali di altissima qualità, quali Ethic Sport, marchio con cui Settembrini ha già lavorato con successo.

È stato atleta agonista e tutt’oggi fa sport a buon livello, maratoneta e appassionato di molti sport, applica i concetti appresi di nutrizione sia su se stesso che su tantissimi sportivi e campioni, eccellenze di fama anche internazionale e olimpica, come ad esempio la tarantina campionessa mondiale di arti marziali Sara Soldano.

 

“Seguo le partite della Prisma sin dalla sua nascita, mi piace seguire gli sport degli atleti di cui sono consulente, seguo davvero tantissime discipline, da chi fa sport di squadra a quelli individuali come gli iron men o atleti che fanno triathlon e amo viverne e comprenderne le abitudini e il modo di pensare, e questo credo sia la differenza tra chi fa il mio mestiere dietro una cattedra, e chi invece entra nella mentalità sportiva a 360°. Spesso si tende a esaltare lo sport più conosciuto sia con i media che sui giornali, ma ci sono moltissimi sport che necessitano di visibilità e di conoscenza anche sul tema della nutrizione. Nel volley ad esempio, rispetto ad altri sport impostati sulla forza e resistenza come il calcio o basket, l’energia si basa sulla forza esplosiva pertanto ha necessità nutrizionali diverse, una dieta abbastanza ricca di proteine, perché lo sforzo fisico e il volume muscolare assumono grande importanza nel fisico dell’atleta. Ringrazio dunque la Presidenza, con Tonio Bongiovanni e la dott.ssa Zelatore con cui da tre anni condivido questo progetto e mi permettono di vivere e supportare da vicino una realtà di volley del mio paese di massimo livello che sta ben figurando nel panorama della pallavolo internazionale”.

 

Commenti

San Severo: prima importante riconferma per il club giallogranata
Covid: il bollettino nazionale del 27 giugno. 100959 test e 24747 casi