2a Categoria

La Gioventù Palagiano espugna il Demitri e conquista la finale

Sul neutro di Maruggio i gialloblù s’impongono per 1-0

08.05.2022 19:41


Ultimo derby tarantino del campionato quello andato in scena a Maruggio che ha visto uscire vincitori i ragazzi di mister Antonicelli per una rete a zero in una partita che ha visto una cornice di pubblico divisa per metà gialloblù e metà biancoverde.
Partita che parte su ritmi bassi con la classica fase di studio e che s’infiamma direttamente al 12’ quando da una punizione, Maggi mette all’interno dell’area di rigore un cross che viene rinviato in maniera errata dalla difesa avversaria e Trawally, lesto e pronto, insacca per la rete dell’1-0 ( che risulterà decisiva ). 
Al 33’ Palagiano vicinissima al raddoppio con un esterno destro di Maggi che chiama agli estremi Convertino con un intervento balistico che manda in angolo il pallone che sarebbe terminato nel sette; appena un minuto più tardi ancora Palagiano che ci prova con D’Onofrio G che conclude con un destro sbilenco da ottima posizione.
La ripresa si apre ancora all’insegna del Palagiano all’arrembaggio e al 53’ Intini, direttamente da punizione dal limite spara un sinistro potente che si stampa sulla traversa. Dopo appena un minuto Trawally ci prova dal limite con una parabola che sfiora la traversa.
Al 67’ Capriolo serve in verticale Calia che davanti la porta manca clamorosamente l’appuntamento con il pallone.
Partita che cala d’intensità negli ultimi 20 minuti che fa correre un brivido finale ai gialloblù con una clamorosa occasione all’87’ per il Fragagnano che con Paoli ben posizionato sfiora la traversa con una botta secca che spegne le speranze del Fragagnano.
Dopo 95’ il signor Caldararo di Lecce sancisce la fine dell’incontro che vale il pass per la finale alla Gioventù Palagiano che troverà nel RF Carovigno l’ultimo ostacolo per salire di categoria.

CHRISTIAN SPADA

Commenti

L'Apulia Trani non si ferma più: Maknoun, Chiper e Sgaramella condannano la Fesca Bari
Una domenica di sport ed emozioni per il II Memorial Alessandro Marano