Calcio a 5 Maschile

Orsa Viggiano: Il poker è servito; colpo grosso tra i pali del duo Siviglia-Todaro

Ecco il portiere Bartilotti: 'E' bastato poco per trovare l'accordo'

24.06.2020 13:22

Il quarto colpo grosso del duo Domenico Siviglia-Gaetano Todaro è servito: di fatto la società dell’Orsa Viggiano comunica di aver raggiunto l’accordo con il forte portiere, classe 1996, nato a Maratea, Francesco Bartilotti. L’atleta inizia la sua carriera in serie A2 con il Potenza per poi giocare due campionati a Cosenza in cui il primo anno ottiene la promozione in serie A1. La carriera dell’estremo difensore prosegue nella Real Vem prima in serie B e poi in serie A2 visto il successo in campionato. E, poi, ancora, una stagione nel Sammichele in A2, nella Futsal Maritime in A1 e nella stagione scorsa prima a Lecco e poi nel San Gerardo Potenza entrambe in serie B.

Ecco le prime dichiarazioni del portiere Francesco Bartilotti: “Ho incontrato il Presidente Siviglia per fare una chiacchierata e capire meglio la situazione e gli obiettivi. Ho avuto subito un impatto positivo: già da qualche anno mi sentivo con loro per provare a chiudere la trattativa. E’ bastato poco per trovare l’accordo. E’ stato tutto facile: ci siamo capiti al volo”.

LA SOCIETA’: “Il Presidente Domenico Siviglia e il ds Gaetano Todaro si sono da subito mostrare due persone disponibili e con tanta volontà di chiudere la trattativa. Il loro interessamento mi ha lusingato. Ci tenevano e mi hanno convinto. Questa, per me, è la strada giusta”.

BARTILOTTI: “Nella scorsa stagione ho giocato nel Lecco in serie B e poi un infortunio mi ha tenuto fermo circa due mesi e mezzo. Sono tornato a Potenza e ho giocato con il San Gerardo in serie B con cui le cose stavano andando benissimo. Poi l’epidemia ha bloccato tutto. E’ stata una stagione positiva. Prediligo le situazioni di uno contro uno e due contro uno e amo giocare anche fuori dai pali”.

MESSAGGIO: “Sono molto felice perché dopo qualche anno di contatti finalmente la trattativa è andata in porto. Sono emozionato e ho voglia di fare bene dopo un anno frastagliato: ho voglia di rivalsa come anche la società vuol far bene. Saluto i tifosi e non vedo l’ora di iniziare a gioire assieme a loro. Li abbraccio e li aspetto al palazzetto”.

COMPAGNO DI REPARTO: “Non conosco benissimo Farfariello ma so’ che è un ragazzo molto promettente: di lui me ne hanno parlato bene. Dirà la sua e saprà mostrare le sue qualità”

AUGURI: “Mi ha sorpreso molto il ds Gaetano Todaro nel ricordarmi dell’onomastico di mio padre Giovanni. Da qui si vede che è un dirigente attento ad ogni dettaglio. Colgo, perciò, l’occasione per fare gli auguri a mio padre: sicuramente non se li aspetta sui giornali. Lo ringrazio perché mi sopporta sempre…”.

UFFICIO STAMPA ORSA VIGGIANO – ALESSIO PETRALLA

Si ringraziano:

Commenti

Serie D/H: Cerignola, il Presidente Grieco cede la società
Woman Grottaglie: Conte, 'Obiettivo raggiunto anche se potevamo fare ancora meglio'