Taranto F.c. News

Come sarà la prossima serie C?

25.07.2022 16:15


Sono giorni di intenso lavoro in casa Taranto, nonostante il campionato andato in archivio ormai settimane fa con il raggiungimento, tutto sommato agevole, della salvezza in Serie C, traguardo che per una neo promossa come la squadra ionica vuol dire tanto. La compagine pugliese ripartirà, come noto, dal tecnico Nello Di Costanzo, il cui ingaggio è stato ufficializzato ad inizio giugno.

L’allenatore romano ha preso il posto di Giuseppe Laterza, protagonista dodici mesi fa della promozione in Serie C, che dopo due annate straordinarie ha scelto di uscire in anticipo dal contratto per accasarsi al Monopoli. Di Costanzo a Taranto tornerà a fare coppia con Nicola Dionisio, l’esperto direttore sportivo campano (subentrato questa primavera dopo l’esonero di Francesco Montervino) che proprio con Di Costanzo è stato protagonista di una salvezza insperata l’anno scorso in quel di Brindisi.

Questo lo stato dell’arte in casa Taranto. Gli ionici si preparano a disputare per la quarantatreesima volta la terza serie del calcio italiano. Ma quali saranno le avversarie per gli uomini di Di Costanzo?

Rispetto alla stagione che si è appena conclusa, nel girone C della prossima Serie C non ci saranno né il Bari, né il Palermo, entrambe promosse in Cadetteria, categoria dalla quale arriverà il Crotone (retrocesso), club desideroso di tornare a giocare ad alti livelli e per questo motivo tra le più serie candidate, secondo gli analisti delle quote sul calcio, alla promozione diretta in Serie B.

Il Taranto ritroverà il Catanzaro, altra grande pretendente al salto in Serie B. Le aquile giallorosse hanno sfiorato l’impresa nell’ultimo campionato, arrivando a giocarsi le semifinali dei playoff nazionali, perdendo soltanto contro il Padova. Il Catanzaro ripartirà dalla coppa d’attacco formata da Pietro Iemmello e Tommaso Biasci, entrambi arrivati in prestito in Calabria durante la finestra di calciomercato invernale.

Gli ionici dovranno guardarsi le spalle anche dall’Avellino, altra grande protagonista dell’ultimo campionato di Serie C. I lupi irpini hanno chiuso al quarto posto la stagione regolare (con la miglior difesa del torneo), salvo poi cadere contro il Foggia al secondo turno dei playoff. Detto di Laterza che allenerà il Monopoli, altre due compagini che daranno del filo da torcere al Taranto saranno sicuramente la Virtus Francavilla e il Foggia che ha salutato l’eterno Zdeněk Zeman per affidare la panchina a Roberto Boscaglia.

Dalla Serie D, giocheranno l’anno prossimo nel Girone C della Serie C anche il Giugliano, l’Audace Cerignola e il Gelbison. Nel particolare, per la compagine cilentana e quella partenopea sarà la prima volta in assoluto nella terza serie (pur avendo il Giugliano già disputato diversi campionati di Serie C2); la formazione di Cerignola, invece, tornerà a giocare in Serie C a più di ottanta anni di distanza dall’ultima apparizione.

Completeranno verosimilmente il girone le formazioni di Turris, Monterosi, Picerno, Juve Stabia

Latina, Campobasso, Messina, Potenza e Fidelis Andria. A conti fatti, dunque, lungo la strada che dovrà portare il Taranto alla promozione in Serie B non mancheranno di certo le insidie e le difficoltà. Ma la società ionica resta fiduciosa e sicura dei propri mezzi. Prepariamoci ad una stagione esaltante.

Commenti

Covid: il bollettino della Puglia del 25 luglio. 1468 casi su 7667 test. 161 nel tarantino
Manduria: firma un difensore ex Triestina e Nardò