Fuori dal Campo

Al Teatro Orfeo tributo a Stefano D’Orazio

16.11.2022 18:54


Conferenza stampa di presentazione dello spettacolo “Palasport & Friends – In ricordo di Stefano D’Orazio” in programma lunedì 21 novembre alle 21.00 al Teatro Orfeo di Taranto. E’ la seconda serata in memoria di Stefano D’Orazio, batterista dei Pooh, che aveva un grande legame con la città di Taranto, per i numerosi concerti tenuti con i suoi “amici per sempre” (Mazzola, Iacovone, Saram, Teatro tenda e via discorrendo). E per le amicizie che non ha mai smesso di coltivare.

Presenti all’incontro con la stampa, tre dei quattro elementi dei Palasport, i fondatori del gruppo, i fratelli Pier e Claudio Giuffrida, e Lorenzo Ancona (all’appello mancava il solo Cosimo Ciniero), Fabiano Marti, assessore alla Cultura e allo Spettacolo. Ha moderato l’incontro il giornalista Claudio Frascella. Presente, fra gli altri, il direttore del teatro, Adriano Di Giorgio, che in più occasioni ha ospitato i musical scritti da D’Orazio (Aladin, Mamma Mia!, Cercasi Cenerentola, W Zorro).

«Abbiamo raccolto l’invito che Tiziana Giardoni, vedova dell’indimenticato e indimenticabile genio artistico – ha detto Claudio Giuffrida – che lo scorso anno sul palco dell’Orfeo ci invitò a ripetere  l’evento; ciò, considerando quanto Stefano amasse Taranto: non molti sanno, infatti, che prima di far parte dei Pooh, D’Orazio aveva suonato con i tarantini Planets; da qui, uno spettacolo con due grandi ospiti come Roberto Ciufoli, Graziano Galatone e altri artisti che saliranno sul palco regalando a noi e al pubblico contributi importanti».

«Anche quest’anno abbiamo voluto fare cose importanti – ha aggiunto Pier Giuffrida, altro fondatore dei Palasport – non vogliamo anticipare sorprese, effetti speciali e momenti che sicuramente sapranno dare grande emozione a quanti interverranno anche in questa occasione».

Il Comune di Taranto ha voluto manifestare vicinanza ai ragazzi impegnati nella serata-tributo. «Quando i ragazzi vennero a parlarmi del progetto – ha rivelato l’assessore Marti – ci misi un attimo a manifestare massima collaborazione da parte del Comune di Taranto; conosco quanto i Palasport siano professionali e, allo stesso tempo, i tarantini siano legati alla storia dei Pooh e, naturalmente, al grande batterista della formazione musicale italiana più amata: come Amministrazione abbiamo sempre posto attenzione e dato sostegno a iniziative come allo spettacolo-tributo in programma lunedì 21 novembre all’Orfeo. La città sta crescendo, anzi è cresciuta, e sta solo cominciando a raccogliere quanto fin qui seminato».

Lo scorso anno, sempre a novembre, il primo tributo dedicato al grande musicista, autore di canzoni, scrittore e autore di musical di successo, con la presenza, fra gli altri, di Tiziana Giardoni e Silvia Di Stefano, rispettivamente moglie e figlia di D’Orazio. Il ricavato della serata anche quest’anno sarà devoluto all’AIDO, Associazione donatori organi per la quale l’artista romano era stato più volte testimonial. «E’ un progetto che vorrei ripeteste – disse quella stessa sera Tiziana – sapete quanto Stefano amasse questa città, quanto vi volesse bene; questo stesso teatro, così bello e accogliente, che negli anni ha inoltre ospitato tutti i suoi musical».

Impegno assunto seduta stante, così anche quest’anno i Palasport, tribute-band tarantina vincitrice del primo e unico talent svoltosi alla presenza degli stessi Pooh in giuria (Ponte di Legno, Brescia), hanno pensato ad uno spettacolo fra musica e beneficenza che rispettasse grandezza artistica e generosità di Stefano D’Orazio. Il grande artista, insieme ai compagni di avventura Roby Facchinetti, Dodi Battaglia e Red Canzian, insieme protagonisti di una delle più belle pagine della musica leggera italiana, non aveva mai perso occasione di coniugare l’attività artistica al sociale, dal 1971 al 2009, per poi tornare a suonare con i suoi “amici per sempre” nel 2015 nel tour del cinquantennale. 

Per questo motivo i fratelli Giuffrida, Claudio e Pier, hanno pensato ad allestire una nuova serata piena di musica e contributi, con canzoni, solisti, performer, ballerini, attori, amici, collaboratori, che negli anni hanno ammirato la genialità di D’Orazio e condiviso con lui stesso lavoro, progetti, storie personali e grandi emozioni. Ospiti e invitati alla serata ricorderanno con racconti, testimonianze e performance, l’artista romano anche attraverso racconti, video e un’inedita sorpresa.

Fra quanti interverranno, si diceva, confermata la presenza di Roberto Ciufoli, già artefice del successo della “Premiata Ditta” (con Pino Insegno, Tiziana Foschi e Francesca Draghetti), che fu protagonista del musical di successo “Aladin” (lui il Genio della lampada). Grande amico dell’artista, oltre a portare la sua personale testimonianza su D’Orazio, Ciufoli interpreterà momenti tratti dalle opere dell’artista romano.

Confermata anche la presenza di Graziano Galatone, che ha voluto prendere parte alla serata nonostante il giorno prima sia impegnato a Catania e il giorno dopo ad Eboli con “Notre Dame de Paris”.

Gli altri artisti che hanno dato massima disponibilità a partecipare alla serata dedicata a Stefano D’Orazio: il violinista Francesco Greco, il soprano Angela Massafra, l’attore Giorgio Consoli,  Non solo Zero (tributo a Renato Zero, altro grande amico del batterista dei Pooh), Franco Cosa, Team Energy, con Francesco Tinelli, coreografo e ballerino, spesso impegnato al “Power Hits RTL125.5” (Verona) e al “Tim Music Awards” (Raiuno), Ohm, tribute-band con chitarra rigorosamente pinkfloydiana miscelata a un brano strumentale. Interverrà il giornalista Claudio Frascella, amico di D’Orazio, con il quale collaborò, fra le altre cose, alla realizzazione del “Pooh Book”, la storia del popolare gruppo musicale in sei album. 

Commenti

VIDEO Calcio Club Dellisanti, Alessio Dellisanti: 'Il nostro segreto? L' onestà verso i ragazzi"
Doctor Faust con Giampiero Ingrassia al Teatro Orfeo