Taranto F.c. News

Gelbison-Taranto: 3-0. Tracollo ionico e sconfitta pesante

Poche attenuanti per i ragazzi di Capuano che peccano in difesa con omissioni decisive

24.09.2022 22:43


A cura di Enrico Losito

Troppe omissioni difensive e una preoccupante incapacità di reazione condannano il Taranto alla pesante sconfitta allo stadio “Torre” di Pagani contro una Gelbison pragmatica e cinica che colpisce al momento giusto calando il tris grazie alla rete di Cargnelutti agli albori del match e alle marcature di Faella e Fornito nella ripresa.

Cronaca. Il tecnico Capuano deve fare di “necessità virtù” per un centrocampo falcidiato dalle assenze di Provenzano, Diaby e Brandi in mediana quindi spazio a Mazza e al rientrante Ferrara sull’out di sinistra il modulo è sempre l’abituale 3-5-2. Stesso assetto tattico sul fronte opposto per la Gelbison del neo tecnico De Sanzo che presenta in attacco la coppia De Sena e Faella.

Al primo vero affondo la Gelbison passa in vantaggio: al 14’ Fornito batte un corner per il colpo di testa di Cargnelutti che supera Vannucchi per 1-0. A ridosso della mezzora (al 27’) il Taranto reagisce con il tiro dalla distanza di Labriola che sorvola la traversa. Gli ionici insistono: al 34’ Guida dalla sinistra la piazza sul secondo palo, il colpo di testa di Romano è debole e D’Agostino para senza difficoltà. Il primo tempo finisce con il vantaggio dei campani.

Ad inizio ripresa doppio cambio per il Taranto: Antonini e Mazza vengono sostituiti da Tommasini e Evangelisti. Il Taranto cambia modulo dal 3-5-2 al 3-4-1-2. Al 8’ pasticcio difensivo del Taranto, De Sena si inserisce tra le maglie difensive ioniche colpendo di testa con la sfera che lambisce il palo. Al 9’ cambio per il Taranto: esce Infantino, entra Sakoa mentre nella Gelbison al 11’ Onda e Loreto avvicendano Nunziante e Correnti. Al 14’ la Gelbison raddoppia: lungo lancio di Papa per Faella che scatta sorprendendo la difesa ionica e insaccando con un pallonetto morbido per il 2-0. Sulle ali dell’entusiasmo i campani si riversano in avanti (al 17’) Onda sfrutta un traversone dalla sinistra per colpire di testa con la palla che lambisce la traversa. E’ il preludio alla terza rete dei padroni di casa: al 20’ Fornito supera Labriola e dai 25 metri scarica un violento sinistro che si spegne sotto il sette per il 3-0. Al 21’ sostituzione per il Taranto: De Maria prende il posto di Ferrara mentre al 22’ cambio per la Gelbison: entra Sane, esce Faella. Alla mezzora doppio cambio per la Gelbison: De Sena e Papa lasciano il campo per Sorrentino e Savini mentre tra i pugliesi Manetta cede il posto a Granata. Negli minuti di recupero il Taranto coglie il palo con la mezza girata di Tommasini ma non basta per giustificare il tracollo degli ionici. Vince la Gelbison per 3-0 cogliendo la prima storica vittoria in  serie C.

 

GELBISON (3-5-2): D’Agostino; Bonalumi, Cargnelutti, Gilli;  Nunziante (11’ s.t. Onda), Fornito, Papa (30’ s.t. Savini), Correnti (11’ s.t. Loreto), Statella; De Sena (30’ s.t. Sorrentino), Faella (22’ s.t. Sane). A disposizione: Vitale, Cannizzaro, Marong, Di Fiore, Mesisca, Kyeremateng, Citarella, Paoloni. All. De Sanzo

TARANTO (3-5-2): Vannucchi; Manetta (30’ s.t. Granata), Antonini (1’ s.t. Tommasini), Vona; Mastromonaco, Romano, Labriola, Mazza (1’ s.t. Evangelisti), Ferrara (21’ s.t. De Maria); Guida, Infantino (9’ s.t. Sakoa). A disposizione: Loliva, Russo, D’Egidio, Diaby, Panattoni, Maiorino. All. Capuano

Arbitro: Perri di Roma 1

Assistenti: D’Ascanio di Roma 2 – Pinna di Oristano

Marcatori: 14’ p.t. Cargnelutti (G), 14’ s.t. Faella (G), 20’ s.t. Fornito (G)

Angoli: 2-2

Ammoniti: Correnti (G), Infantino (T), Labriola (T), Nunziante (G), Gilli (G)

 

Commenti

Serie C/C: poker del Pescara in casa del Foggia
Un brutto Taranto ne prende tre sul neutro di Pagani con la Gelbison