Taranto F.c. News

Taranto, Capuano ed Evangelisti: "Vogliamo portare entusiasmo. Mercato? Vedremo"

a cura di Massimiliano Fina

12.09.2022 19:00


Conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore del Taranto, Ezio Capuano e del direttore sportivo, Luca Evangelisti che si sono presentati alla stampa:

DS - "Ce la metteremo tutta per uscire da questa situazione. Il lavoro paga sempre e sono convinto che ce la faremo. Conosco bene la squadra, l'ho seguita in ritiro. La squadra va completata, dobbiamo prendere chi ci faccia fare il salto di qualità, perchè questa squadra può fare bene ma completarla è necessario. Dobbiamo arrivare con quanti più punti possibili a gennaio, visto che poi inizia un nuovo campionato: la Serie C è fatta di due step. L'obiettivo finale rimane quello dei playoff. Questa squadra ha giocatori validi: ci sono giovani interessanti, ma vanno protetti per emergere. Firenze e Di Gennaro? Dobbiamo avere il tempo giusto per valutare ed intervenire".

CAPUANO - "Ringrazio chi mi ha voluto. Sono molto schietto e sincero, quando ho avuto la chiamata del Taranto non ci ho pensato due volte. Tutte le volte che ci sono tornato da avversario volevo ritornare in questa piazza. Non ho guardato la squadra, non ho visto la classifica, sono venuto per Taranto. Il nostro obiettivo è sacrificarci e combattere su ogni palla: sono emozionato perchè qui è nato il mio primo figlio. Oggi per me è un giorno importante: vorrei ringraziare chi mi ha preceduto, un ottimo allenatore. La squadra è molto concentrata sul campo, con la cultura del lavoro e che sta bene fisicamente. La Turris è una squadra forte, lavorerò su concetti semplici. La crescita deve essere graduale, abbiamo fatto un allenamento interessante. Abbiamo dei giocatori che non sono in condizione, Ferrara probabilmente non ci sarà in quanto ha un versamento alla caviglia. Qualche altra defezione ci sarà, ma non saremo la vittima sacrificale. Abbiamo ancora 36 ore, quindi il tempo c'è. Dobbiamo ottimizzare la fase di non possesso, il mio cavallo di battaglia è il 3-5-2. Quando sono arrivato, il presidente mi ha proposto dei giocatori, fatemi vedere quello che serve e poi valutiamo. Da valutare le condizioni di Provenzano, non ci sarà soltanto contro la Turris: la società mi ha dato ampia disponibilità per integrare dei giocatori. A me dopodomani mi interessa l'atteggiamento: voglio vedere l'aspetto mentale, una squadra che lotta e che si rende conto della maglia che indossa. Voglio del tempo, poi dirò al direttore dove dobbiamo intervenire. Non dobbiamo prendere tanto per prendere. Diaby è tornato in gruppo dopo le cure a Bologna e la condizione è positiva. Quando c'è un esonero, è la sconfitta di tutti: la squadra ha entusiasmo e vuole cancellare quanto successo negli ultimi giorni. Sono rimasti il preparatore atletico e quello dei portieri, Borini sarà il mio secondo. Stiamo valutando un match analyst. Sono un aziendalista e alleno quello che ho a disposizione. Voglio ottimizzare il materiale che ho a disposizione".

Con Pacilli è in corso una vertenza: non è stato possibile verificare le sue condizioni fisiche dopo che ha rifiutato tre volte di sottoporsi a visita medica. LE PAROLE DEL CONSULENTE DI MERCATO VITTORIO GALIGANI

Commenti

Apulia Trani, Meleddu: 'Sono sicura che potremo toglierci delle soddisfazioni'
Taranto: 1500 euro di multa