Fuori dal Campo

Villa Peripato e Parco Cimino aprono le loro porte a bambini e adulti affetti da problematiche neuropsichiatriche

31.03.2021 11:12

Villa Peripato e Parco Cimino aprono le loro porte a bambini e adulti affetti da problematiche neuropsichiatriche, disturbo dello spettro autistico e del neurosviluppo o altre fragilità, trasformandosi nuovamente in spazi protetti. Lo ha disposto l’amministrazione comunale accogliendo i desiderata di molti cittadini.

Sarà pertanto consentito accedere alle due più importanti aree verdi cittadine, attualmente interdette al pubblico, in orari prefissati e previo appuntamento.«Tutto avverrà - fa sapere l’assessore al Patrimonio e Lavori PubbliciFrancesca Viggiano- nel massimo rispetto delle attuali disposizioni in materia di contenimento del contagio, ma permetterà a questi nostri concittadini di poter godere di un prezioso momento di sollievo. È un modo per testimoniare loro la condivisione di una necessità, che in alcuni casi vale come una vera e propria cura. L'amministrazione Melucci, in questo modo, dimostra di non voler lasciare indietro davvero nessuno».

L’accesso alle due aree verdi sarà consentito dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19, bisognerà prenotarsi inviando un email all'indirizzo [email protected] e l’accompagnatore dovrà esibire al personale comunale addetto alla vigilanza l’attestazione di titolarità del verbale INPS secondo l'art. 3, comma 3, della legge 104/92.

Commenti

Mercato: Centrocampista dal Portici per la Puteolana
VTT Comes, Minelli: 'Il Matera vorrà riscattare il ko nel derby'