Baseball

I Tritons fanno tris, vittoria a Matino

Al Delle Castelle i rossoblu di coach Motolese vincono una complicata partita, ora sono primi con Il Salerno

16.05.2022 14:48


La terza giornata del campionato nazionale Serie  C girone Q vedeva i Tritons griffati Fondazione Taranto 25 nuovamente impegnati in trasferta, questa volta  a Matino, avversari di turno gli Angels del manager Luigi Carrozza. La squadra matinese erede di una lunga tradizione nel baseball pugliese è da sempre una squadra attrezzata dal punto di visto tecnico e dal grande temperamento, le due squadre arrivavano al play ball con la medesima classifica relegando questo incontro a partita di “cartello” del girone. 

I Tritons partono in attacco, gli Angels schierano la batteria composta dal lanciatore Daniele Lezzi e dal ricevitore Luca Costa , a guidare la difesa  l'interbase Dario Corsano. Pronti via ed i Tritons segnano grazie a Ruiz spinto a casa dal doppio di Miguel Lopez, in difesa i tarantini schierano il rientrante Mucavero sul monte di lancio, la novità Michele Fornaro in seconda base mentre in esterno centro a guidare la squadra il capitano Marco Costante. I salentini sono squadra ben attrezzata, lo si sapeva infatti ribaltano subito il risultato a loro favore segnando due punti. Nel secondo inning il vantaggio viene ulteriormente incrementato da Scarlino su battuta di Strummielo, siamo 3-1 per Matino. Nel terzo inning i Tritons si scuotono e con due out arrivano i punti  grazie alla parte alta del lineup culminato con il doppio di Aldo Alabrese, 3 punti sul tabellone mentre gli Angels restano a secco grazie ai lanci mancini di Mucavero autore di due strikeout fondamentali, per la prima volta i Tritons sono avanti nel punteggio. Il manager salentino Carrozza cambia il lanciatore Lezzi, autore di una buona prova e chiama sul monte Francesco Calzolaro, che toglie dagli imbarazzi la difesa con la sua  proverbiale padronanza di lanci. Ma anche il lanciatore tarantino Mucavero sfodera una super prestazione, classe 2003 il mancino tarantino tiene a bada l'attacco con tranquillità supportata da una difesa attenta imperniata sul giovanissimo short stop Estarlin Richards classe 2005. Al sesto inning il Matino, sospinto dal proprio pubblico trova il pareggio, Francesco Fersini effettua un gran contatto spedendo la pallina tra gli esterni, lo imita Scarlino con un'altra valida che vale il pareggio, Motolese ne ha viste troppe ed il bravissimo Mucavero ha esaurito i lanci, sul monte viene chiamato a lanciare Dary Ruiz che chiude la pratica ed anche l'inning, 4 pari alla fine del sesto.

Si entra nella parte finale del match, i tre inning finali sono sempre cruciali nel baseball ed i rossoblu piazzano subita Richards in prima base, su errore della difesa matinese  arriva anche in terza base ma viene eliminato dall'arbitro per una mancata toccata della base in seconda nella corsa, una ingenuità clamorosa, ed i Tritons restano all'asciutto così come gli Angels. 

Nell'ottavo inning i tarantini innestano le marce alte mettendo sotto pressione l'esperto lanciatore salentino Stefanelli, che non trova il giusto ritmo, i battitori dei Tritons mostrano molta disciplina e conquistano le basi sino a riempirle e segnano 4 fondamentali punti grazie anche alla valida di Josè Da Costa. Nella parte bassa dell'ottavo inning,  i salentini, trovano la strada verso i punti sbarrata  dalla arcigna difesa tarantina. Ultimo inning in attacco,  i Tritons mostrano ancora grande vitalità nonostante le 3 ore e mezza di gioco,  segnano ulteriore  due punti sulle battute valide di Fornaro, Mucavero ed il solito Da Costa. Parte bassa del nono, ultima possibilità per gli Angels, il primo battitore arriva salvo in prima ed il Matino prova ad organizzare una rimonta che si infrange sulla presa da Major League di Michele Fornaro in seconda base,  sulla linea di Musio, portando a casa un out fondamentale e gli applausi di tutti i presenti poi ci pensa Ruiz che chiude la partita in tranquillità, chiudendo con il punteggio di 10 a 4 per i Tritons.

Il presidente Antonio Maggio :"Giocare a Matino per le squadre di Taranto è stato sempre complicato, una specie di sudditanza psicologica dettata dalla storia del baseball in questa cittadina del Salento e dal fatto che loro avessero un diamante, un vero campo da baseball  mentre questo sport a Taranto invece non ha mai trovato una casa degna e non ha mai potuto svilupparsi come invece meritava. Quindi questa vittoria vale doppio per noi, sia per la classifica sia per averla conquistata proprio qui"

Nelle altre partite del girone, i Warriors Bari ritrovano il sorriso con la vittoria in casa contro il Caserta mentre come da pronostico i Thunders Salerno battono il Napoli. Ora in classifica Tritons Taranto e Thunders Salerno sono al primo posto con 3 vittorie e zero sconfitte.

Domenica prossima i Tritons affronteranno i Warriors Bari per quello che si preannuncia come un derby infuocato.

 

Commenti

Finisce il sogno della Gioventù Palagiano
Covid: il bollettino della Puglia del 16 maggio. 814 casi su 8127 test. 71 nel tarantino