Calcio a 5 Maschile

Ancora une bellissima vittoria in rimonta per l'Aradeo Calcio a 5

23.10.2022 12:32


Ancora un successo in rimonta, dopo una partenza complicata, per l’Aradeo Calcio a 5 che sabato pomeriggio ha vinto, per 3-4, grazie alla doppietta di Lacerda e ai gol di Sanches e Tundo, sul campo della Cinco Bisceglie rosicchiando, tra l’altro, due punti a Barletta e Latiano fermate sul pari. Ad analizzare questo bel successo è il tecnico Domenico Bongermino: “La partita di sabato era sulla carta difficile: conoscevo il livello dell’avversario. In settimana l’avevamo preparata bene anche se, anche sabato, non abbiamo avuto un grande approccio andando sotto di due gol. Ancora una volta, però, i ragazzi hanno reagito alla grande. Alterniamo grandi secondi tempi a non ottimi primi: nelle prime frazioni siamo totalmente un’altra squadra. C’è da lavorare perché è peccato gettare alle ortiche i primi dieci minuti e rincorrere sempre”.

Un parere sulla Cinco Bisceglie:

“E’, sicuramente, una buona squadra in un campionato livellato con tre, quattro compagini superiori alle altre. Ogni gara ha una storia a se e non bisogna sottovalutare nessuno: sabato ad esempio il Conversano ha fermato il Barletta”.

Uno sguardo alla classifica:

“Visti i risultati di quest’ultimo turno abbiamo rosicchiato due punti a Barletta e Latiano”.

Che settimana dobbiamo aspettarci?:

“Vincere aiuta a vincere. I successi portano ad affrontare gli allenamenti con il sorriso. Come detto lavoreremo sull’approccio alla gara. Mi aspetto una bella settimana in cui prepareremo al meglio la sfida casalinga con il Barletta C5 al meglio. Tra le mura amiche non possiamo lasciare punti. Borsino? C’è da valutare solo la condizione di capitan Zizzari”.

 

CINCO BISCEGLIE-ARADEO CALCIO A 5 3-4   Le reti degli ospiti sono state messe a segno da Lacerda autore di una doppietta e da Sanches e Tundo.

UFFICIO STAMPA ARADEO CALCIO A 5 – ALESSIO PETRALLA

 

Commenti

VIDEO ACR Messina-Latina 4-1. La sintesi del match
Gabriella Genisi a Crispiano per parlare di “Terrarossa”