Basket Maschile

CJ Basket Taranto avanti con coach Olive!

05.06.2022 14:25


Il CJ Basket Taranto è lieto di annunciate che Davide Olive siederà sulla panchina rossoblu anche per la stagione 2022/2023. Un matrimonio felice che continua. Le parti si sono incontrate, come annunciato, nei giorni scorsi, e hanno messo nero su bianco il prolungamento del rapporto: un anno con opzione per il secondo grazie anche alla mediazione del procuratore Marcello Perazzetti.

Il tecnico della ricostruzione e del rilancio del basket a Taranto sarà ancora una volta head coach rossoblu continuando quel lavoro certosino e soddisfacente cominciato nel febbraio del 2019 quando Olive prese una squadra in difficoltà, ultima in classifica in serie C Silver portandola ai playoff. Da lì un’escalation di risultati fino ai due anni da protagonista in serie B. Come sottolineato dallo stesso tecnico in una delle recenti ultime interviste post season: “Questa società ha portato Taranto stabilmente nella pallacanestro che conta, ad alti livelli”. Merito ovviamente anche dello staff tecnico da lui guidato in queste stagioni.

Una conferma in calce da parte del presidente Sergio Cosenza e dal vice presidente Roberto Conversano: “Il prossimo anno sarà una stagione fondamentale da mille punti di vista, si va verso la riforma dei campionati e della serie B in particolare, il nostro obiettivo deve essere necessariamente restare in quella che sarà una serie B d’Eccellenza Nazionale e per farlo sappiamo che Davide sarà la persona giusta”.

DAVIDE OLIVE – LA SCHEDA

Davide Olive, classe 74, inizia ad allenare giovanissimo nella sua Mesagne, sponda Fortitudo, società che si occupa prevalentemente della cura del settore giovanile. Lusinghieri i risultati ottenuti insieme al suo staff: 10 campionati giovanili vinti tra maschile e femminile con diverse partecipazioni alle fasi interzonali. A 24 anni termina il percorso formativo diventando allenatore nazionale a nel 2000 approda al Basket Francavilla, storica società pugliese dove rimane per 15 anni. Con le squadre giovanili conquista 6 titoli maschili, conquistando diverse volte l’accesso alle fasi interzonali e partecipando ad una finale nazionale.

Dal 2004 al 2007 è il responsabile Regionale Fip per il Progetto Azzurrina. Nella stagione 2007/2008, con la prima squadra, vince il campionato regionale pugliese e approda in C1. Nel 2009/2010 dopo due stagioni vince il campionato e conquista una storica serie B. Per 5 campionati di fila guida la squadra alla qualificazione ai playoff per la promozione in A2: per due volte arriva fino alle semifinali uscendo con Capo d’Orlando e Trapani. Nel 2016 diventa capo allenatore della Nuova Pallacanestro Nardò, vincendo la serie C al primo tentativo e partecipando al primo storico campionato di serie B. Qualche anno fa ha fondato la Fortitudo Basket Francavilla, società che cura il minibasket e il settore giovanile raggiungendo in poco tempo numeri e organizzazione importanti tanto da riuscire a vincere diversi titoli regionali e lo scorso anno a iscrivere una sperimentale di giovani al campionato di serie C Gold con tanti cussini in doppio tesseramento (Matteo Carone, Luca Cianci, Andrea Liace) centrando una storica salvezza ai playout.

Dal febbraio 2019 è l’allenatore del CJ Basket Taranto che ha portato dalla salvezza ai playoff in pochi mesi. Nella sua prima stagione intera ha chiuso al terzo posto il campionato di serie C prima della sospensione e poi annullamento causa emergenza coronavirus. Quindi nel 2020/21 la serie B che ha segnato una cavalcata storica del sodalizio rossoblu passata dal record di vittorie consecutive

(12), alla storica qualificazione e partecipazione alla prima final eight di Coppa Italia nazionale e i playoff, da protagonisti, per la promozione in serie A2. Traguardo bissato la scorsa stagione con un gruppo del tutto nuovo che ha chiuso in crescendo la regular season dando del filo da torcere alla corazzata Rimini al primo turno playoff.

Commenti

WFC Grottaglie, Carrubba: 'Faremo di tutto per portare a casa questa vittoria'
ASD Cantera, il punto sul torneo di Scalea. Puglisi: 'Esperienza bellissima e utile'