Taranto F.c. News

Taranto, verso il Foggia. I nuovi Raicevic e Chapi Romano disponibili per il derby

I due nuovi acquisti potrebbero subentrare a gara in corso, out Diaby, Brandi e Provenzano

01.10.2022 11:36


A cura di Enrico Losito

Due nuove frecce nella faretra di mister Capuano per il derby contro il Foggia, si tratta dell’attaccante montenegrino Filip Raicevic e del centrocampista argentino Chapi Romano: gli ultimi acquisti ufficializzati dal club ionico negli scorsi giorni. Per il resto saranno ancora out Provenzano, Brandi e Diaby a centrocampo, reparto che resta in emergenza mentre in attacco sono precarie le condizioni di Infantino che dovrebbe partire dalla panchina lasciando spazio dal primo minuto a Tommasini. Il Taranto, modulato con il 3-5-2, potrebbe schierarsi con: Vannucchi in porta; in difesa Evangelisti, Manetta e uno tra Granata e Antonini; a centrocampo sugli esterni Mastromonaco a destra e Ferrara (o De Maria) a sinistra, Labriola nel ruolo di play affiancato da Romano e Mazza; in attacco la coppia Guida-Tommasini. In panchina dovrebbero finire i due nuovi Chapi Romano e Raicevic pronti a subentrare a partita in corso.

QUI FOGGIA. In casa rossonera si vive una situazione di transizione dopo l’esonero del tecnico Boscaglia, la dirigenza dauna è alla ricerca del nuovo allenatore. Intanto in panchina allo Iacovone siederà il collaboratore tecnico Antonio Gentile che in occasione del derby dovrà rinunciare allo squalificato Di Pasquale e agli infortunati Dalmasso e Rizzo. L’undici rossonero (modulato con il 4-3-1-2) anti-Taranto  potrebbe essere il seguente: Nobile; Garattoni (Leo), Sciacca, Malomo, Costa; Petermann (Peralta), Odjer, Di Noia (Frigerio); Schenetti; Vuthaj (Ognunseje), D’Ursi. Palla al centro allo stadio “Iacovone” alle ore 17:30 con diretta tv su Antenna Sud (canale 14 del digitale terrestre) e diretta web sulla piattaforma Eleven Sport.

 

 

Commenti

Giudetti-Gallo regalano il primo successo allo Sparta Taranto & Ippolito Sallustio
Worldlab Amici di Sempre, Vagali: 'Pecchiamo ancora una volta d'inesperienza'