Ippica

Una domenica di trotto

12.03.2022 13:18


Giornata di corse inusuale all’ippodromo Paolo Sesto, infatti a differenza di quanto accade solitamente, questa volta le corse saranno disputate di domenica.

Saranno sette le corse in programma, con inizio alle ore 14.15.

La prova principale è la quarta, il premio “Asteroidi”, che ha raccolto nove concorrenti di ottima categoria che si affronteranno sulla distanza dei 2020 metri.

E’ una corsa tanto bella quanto equilibrata, aperta a diversi scenari e risultati, e certamente spettacolare.

Possono vincere praticamente tutti, ma da qualcuno si deve pur partire per stilare un pronostico. Allora gli onori e gli oneri del pronostico spettano a Tornado Del Pino, che torna in un contesto più alla portata, dopo un buon piazzamento nella Tqq di Foggia disputatasi domenica scorsa. Il figlio di Gruccione Jet allenato da Massimo Di Muro sarà interpretato da Francesco Tufano.

Un rivale ostico è senza dubbio Mellby Drake, affidato come spesso accade a Gaetano Di Nardo, che ha già vinto sulla pista contro alcuni di questi avversari, e che sulla distanza si trova a proprio agio.

Anche Virei Jet, con Elena Villani in cabina di regia, può mettersi in evidenza. La forma palesata negli ultimi impegni è significativa, tra l’altro questo figlio di Igor Font si è sveltito anche nella fase iniziale, e questo potrebbe permettergli non restare troppo distante dai primi, seppur sarà la tattica di attesa quella da adottare.

Questi sono i tre concorrenti ai quali viene affidato il pronostico, ma gli altri sei possono assolutamente mescolare le carte.

Victor Chuc Sm, con Mario Minopoli Jr, alza il tiro rispetto alle ultime, ma rimane soggetto di qualità e mezzi; Voodoo Dei Greppi, che ha trovato un grandissimo feeling con Romeo Gallucci, oltre ad essere in forma super da diversi mesi, è terminato quasi in linea con Tornado Del Pino nella Tqq della scorsa settimana; Zinfandel, unica carta tarantina, con Romano Tamburrano, cercherà di sfruttare eventuali errori altrui per piazzare la sua corposa progressione nei 500 metri finali; Zar Nicolai Erre, con Lucio Curato in sulky, si presenta a questo appuntamento con forma più che valida e parziale finale importante; Tulum, sul quale ci sarà Giuseppe De Filippis, ha numero peggiore, ma all’ultima uscita perde solo al fotofinish da Vireo Jet in una corsa in cui c’erano anche Tornado Del Pino e Zar Nicolai Erre; Zeus Rivarco Op, affidato a Gennaro Amitrano, ha sbagliato nelle ultime due prestazioni, ma ha la stamina per giocarsela bene sul doppio chilometro.

Insomma,  le premesse per gustarci una super corsa ci sono tutte.

I NOSTRI FAVORITI: prima 8-7-5, seconda 2-4-6, terza 2-3-5, quarta 9-1-2, quinta 4-2-10, sesta 4-2-1, settima 7-2-13.

Commenti

La Valentino Basket Castellaneta torna a casa per invertire il trend
Tennis, Indian Wells Masters: caratteristiche e record del prestigioso torneo