Boxe

Strepitoso Nino Rossetti batte Arvelo Segura a Torino

05.12.2021 12:34


Magica serata di pugilato targata Promo Boxe Italia al Palaruffini di Torino venerdì 3 dicembre, nove match professionistici e due titoli italiani nei piuma e superpiuma, nel sottoclou fa da protagonista il match del peso medio Giovanni 'Nino' Rossetti che batte Christian Arvelo Segura. Una strepitosa vittoria quella del boxeur italo-cubano che nasceva un po' come scommessa – vinta – da Mario Loreni e Cataldo Quero, rispettivamente il procuratore e l'allenatore di Rossetti, che hanno messo alla prova il loro pugile in un confronto con un avversario che sulla carta avrebbe avuto molte più possibilità di vincere.

Sicuramente un buon record quello del tarantino Rossetti, con 6 vittorie (2 ko) e 1 sconfitta da pro, 29 vittorie e 6 sconfitte da dilettante, più volte maglia azzurra, campione italiano Elite nel 2019 e junior nel 2016; ma non al pari del torinese Arvelo Segura, infatti il pugile di origine dominicana, vantava più di 300 match da dilettante, nazionale della repubblica dominicana, 12 vittorie (6 ko) e 6 sconfitte da professionista, campione intercontinentale WBF nei supermedi, vincitore del Trofeo delle cinture nel 2015, partecipante al titolo del mediterraneo WBC e due volte sfidante al titolo italiano e al titolo continentale IBO.

Talento ed esperienza non sono state bastate però di fronte alla tenacia e alla preparazione che questa volta ha sfoderato Rossetti, battendo sulle sei riprese un pugile abituato a farne dodici. Il match è stato impostato da Nino e il suo maestro Cataldo Quero su una tecnica di attacco che togliesse campo d'azione all'avversario, presentandosi quest'ultimo pericoloso soprattutto nell'esecuzione dei ganci; l'impostazione di Rossetti è rimasta la sua, tecnica e longilinea, passetti continui e spostamenti ben studiati hanno tenuto l'avversario alle corde, mentre colpi precisi e potenti di attacco e rimessa, frutto di azioni articolate e repentine, decretavano i punti della vittoria. Solo alla quarta ripresa Rossetti ha fatto una piccola pausa, ma il match è stato tutto a suo favore.

Dopo aver vinto il match forse più difficile della sua carriera da professionista, per Giovanni Rossetti ci si aspetta che nel 2022 arrivi a disputare un titolo. Nella foto da sinistra il maestro Alessio Furlan, che è stato all'angolo con Cataldo Quero, il pugile Giovanni Rossetti, Alessandro Romanella dello staff di Promo Boxe Italia e il maestro Cataldo Quero.

Commenti

CJ Basket-Agrigento 47-61: Taranto fa soffrire la seconda in classifica
ASD Cantera: Ko per U16 e U17. Vittoria all'esordio per i 2008-09