Fuori dal Campo

Ex Ilva: a Taranto sciopero e corteo attorno a stabilimento

21.11.2022 15:04


(ANSA) - TARANTO, 21 NOV - E' in corso lo sciopero dei lavoratori diretti di Acciaierie d'Italia, dell'appalto e di Ilva in As indetto dai sindacati. A Taranto stop di 8 ore per ogni turno, di 4 ore invece negli altri siti del gruppo. La mobilitazione è stata organizzata "per mandare via - hanno spiegato le organizzazioni sindacali - l'attuale governance" a favore "dell'intervento pubblico". Nel capoluogo ionico è previsto anche un corteo che partirà dalla portineria tubificio dello stabilimento siderurgico per raggiungere i lavoratori dell'appalto e proseguirà verso le altre portinerie D ed A per giungere davanti alla portineria Direzione.    

Anche l'Usb e l'Ugl Metalmeccanici hanno indetto autonomamente lo sciopero di 24 ore. Le iniziative a livello locale fanno seguito alla proclamazione di sciopero di gruppo da parte delle segreterie nazionali di FIm, Fiom e Uilm, dopo l'incontro di giovedì scorso con il ministro Adolfo Urso, che demandano ai sindacati territoriali l'articolazione della mobilitazione. A Taranto è la prima di un pacchetto di 48 ore di sciopero e coinvolge anche le categorie multiservizi, edili e trasporto.  

   "Lo Stato - esortano le organizzazioni sindacali - acquisisca il controllo e la gestione degli impianti nazionalizzando o diventando socio di maggioranza, rinegoziando l'accordo che prevede la transizione dei nuovi assetti societari al 2024, stabilendo e vincolando l'utilizzo dei fondi e la loro destinazione". I sindacati invitano inoltre Acciaierie d'Italia a ritirare "il provvedimento di taglio degli ordini e delle commesse delle imprese dell'indotto (145 quelle interessate, ndr)", mentre "il Governo sia garante di un riequilibrio delle relazioni sindacali all'interno del gruppo Acciaierie d'Italia oggi assenti". (ANSA).

Commenti

La forma di Zeus Rivarco Op
Covid: il bollettino della Puglia del 21 novembre. 449 casi su 4839 test. 43 nel tarantino