Boxe

Quero/Chiloiro: la nuova prova di Rossetti nel match con Rauseo

26.05.2022 15:46


Il 27 maggio è una data importante per la boxe nazionale con la riunione organizzata dalla Promo Boxe Italia del procuratore Mario Loreni a Casoria in provincia di Napoli che sarà un vero spettacolo per il pugilato italiano. L'evento sarà incentrato su match professionistici che faranno da sottoclou al tricolore dei pesi leggeri tra Benkorichi e Picardi, lo stesso titolo che nell'agosto del 1975 fu vinto dal maestro benemerito Vincenzo Quero in uno stadio Jacovone, - all'epoca “stadio Salinella”, - gremito di tarantini in visibilio per il loro beniamino.

Sarà diverso il pubblico che vedrà combattere il peso medio tarantino Giovanni Rossetti questo venerdì 27 maggio al Palacasoria, ma sempre entusiasta data la qualità dell'evento sportivo che ci presenterà un Rossetti al decimo match in carriera da professionista dopo solo due anni dal passaggio “pro” avvenuto a gennaio 2020. D'altronde, il talentuoso 'Nino' è letteralmente in tiro per la preparazione già partita da un po' in funzione non solo di questo incontro in Campania, ma del titolo intercontinentale WBC Youth che disputerà il 29 luglio 2022 al “Città di Taranto” organizzato dalla Quero-Chiloiro al Castello Aragonese e che sarà il primo vero titolo con il quale scalerà la vetta del pugilato mondiale. E' sempre la stessa, infatti, la riposta che dà Rossetti quando gli si chiede quale sia il suo più grande sogno, ovvero “diventare campione del mondo”.

E un passo alla volta, il pugile italo-cubano cresciuto sotto lo staff della Quero-Chiloiro, intanto adesso dovrà dimostrare quanto è maturato in questi due anni di professionismo, affrontando in un secondo appuntamento proprio l'avversario incontrato nel suo match di esordio in occasione del Trofeo Magna Grecia tenutosi il 15 febbraio 2020 al Palamazzola di Taranto. Un avversario, Giuseppe Rauseo, che neanche adesso Rossetti dovrà sottovalutare, sia per i ben 79 match che ha all'attivo sino a oggi, che per la sua capacità di tenere ring e testa agli avversari senza mai cedere spazio e che Rossetti dovrà contrastare – come sempre - con la sua boxe tecnica, elegante e incisiva.

Commenti

Dinamo Basket, il sogno sfuma in finale. Palagiano: “Nessun rimpianto, orgoglioso delle mie ragazze”
WFC Grottaglie, Trumino: 'Stiamo disputando una stagione incredibile'