Boxe

Quero-Chiloiro: Carparelli fa sognare con un argento in finale ai campionati italiani

01.11.2022 11:54


I quattro pugili tarantini partiti martedì scorso con il maestro Cataldo Quero sono tornati a casa dopo una settimana trascorsa a Roccaforte di Mondovì in provincia di Cuneo per i Campionati italiani schoolboy e youth maschili e femminili tenutisi dal 24 al 30 ottobre, manifestazione nazionale che ha coinvolto ben 360 atleti giovanissimi in un totale di 151 match, nell'organizzazione indetta dalla Federazione pugilistica italiana.

Ed è arrivato al podio l'atleta della Quero-Chiloiro Vincenzo Carparelli, già oro alla Coppa Italia giovanile 2021 e campione italiano ai campionati giovanili di sparring-io 2021, che questa volta conquista il titolo di vice-campione italiano e una preziosa medaglia d'argento dopo aver condotto un esemplare campionato negli schoolboy 44 kg. Il tredicenne tarantino, guardia mancina e pugilato tecnico, ha giocato sul ring con i suoi avversari rispondendo bene alla strategia di difesa e contrattacco suggerita dall'angolo; ha così battuto ai quarti di finale Enrico Usai della Shardana boxe di Cagliari e in semifinale Mattia Cresti (atleta del grande maestro Alessandro Boncinelli) della Global gym boxe tre di Firenze, prendendosi tra l'altro, con quest'ultimo, una bella rivincita dopo la sconfitta che aveva subito da lui al debutto fiorentino nello scorso 3 giugno. A pochi mesi dal suo debutto, Carparelli è così arrivato in finale ai campionati italiani, dove ha dovuto lasciare il primo posto in una sconfitta a testa alta al suo avversario Massimiliano Aramini della Boxe Latina, sicuramente molto più esperto di Carparelli dal momento che, al secondo anno di attività, vantava già un trascorso di diciotto match e la maglia azzurra ai campionati europei in Turchia. La buona promessa del pugilato tarantino conclude così il suo campionato con un secondo posto e un record di 4 vittorie e 2 sconfitte.

Negli youth 92 kg ha conquistato invece la medaglia di bronzo il tarantino Lorenzo Marci, perdendo in semifinale contro Alessandro Flati della Pugilistica Volsca Roma, il quale si è poi laureato campione italiano: anche per Marci si è trattato di un confronto impegnativo con un avversario maglia azzurra con tredici match all'attivo contro i sei incontri disputati di Marci. Negli schoolboy 52 kg il bravo Nicola Cesarano ha dato tutto ai quarti di finale contro Gennaro Scarfato della Boxing club Castellammare, ma anche lui non è riuscito a superare l'esperto avversario, confermandosi in uno score di 3 vittorie e 6 sconfitte. Infine, per gli schoolboy 54 kg, Christian Tursi (2 vittorie, 2 pari e 4 sconfitte) ha perso agli ottavi contro Andrea Gallo della Phoenix gym, in un match molto teso nella sua prima esperienza di campionato.

Una bella esperienza con dei buoni risultati per la società tarantina e i suoi pugili rossoblù, seguiti dal maestro Cataldo Quero che all'angolo è stato affiancato dall'ex pugile della Quero-Chiloiro Emanuele Orlando, attualmente tecnico della Pugilistica Alto Reno di Porretta Terme, e padre del campione in carica negli schoolboy 40 kg Tommaso Orlando.

Commenti

Avetrana che impresa: battuto il Manduria
Serie C/C: Fidelis Andria, Cudini e Federico sollevati dall'incarico